Sì, ma anche no

Coronavirus, la ripartenza dal 4 maggio: verso l’ok agli spostamenti ma entro i confini regionali. Conte: ‘Revisioni restrizioni non è “liberi tutti”. TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO, COME AL SOLITO

Autorizzare dalla metà di maggio prima l’apertura dei negozi al dettaglio, poi di bar e ristoranti. E’ l’idea sul tavolo del governo, in vista della fase 2. L’ipotesi è che il 4 maggio queste attività restino ancora ferme ma con la possibilità di eccezioni, come consentire la vendita da asporto per la ristorazione, che si aggiungerebbe alle consegne a domicilio, già permesse. Non sarebbero ancora definite date, ma un’ipotesi sarebbe far riaprire i negozi dall’11 maggio, la ristorazione dal 18.

Approfondisci: ANSA

Rispondi