Serie A, Bologna-Juventus 0-2

La squadra di Sarri respira e torna al gol e alla vittoria

La Juve reagisce e può rifiatare. Al bivio di Bologna la macchina di Sarri imbocca la strada giusta e si scuote un po’ della ruggine del lockdown, vincendo grazie a Ronaldo e Dybala e mostrando pure qualche lampo di gioco, anche se il rigore che ha sbloccato la partita è apparso generoso. Alla fine, comunque, i bianconeri sono stati più in palla della squadra di Mihajlovic, alla prima dopo la quarantena: di questi tempi 180 minuti sulle gambe fanno la differenza. Era una partita chiave, dopo zero gol segnati nelle due sfide di Coppa, con Sarri costretto a rinunciare ancora a Higuain e Chiellini. Così l’allenatore, all’esame campionato, ha provato a variare e ha indovinato la scelta di Bernardeschi, uno dei migliori, al posto di Douglas Costa nel tridente e Rabiot a centrocampo, per Matuidi. Al di là dei nomi sulle formazioni, un po’ per tutti resta difficile abituarsi all’atmosfera che circonda la fase due della serie A, con la concentrazione che rischia spesso di smarrirsi nel vuoto di queste serate di inizio estate, come dimostrano i disimpegni delle difese a mettere quasi gratuitamente in difficoltà i due portieri polacchi, entrambi vicini alla topica nei primi minuti, spersi senza i boati a sottolineare ogni respiro.

Approfondisci: ANSA

Rispondi