La Bellanova insiste: «Siamo noi ad aver bisogno degli immigrati, non loro di noi»

Stanno accelerando, a sinistra. Vogliono la sanatoria a tutti i costi. Porti spalancati, clandestini regolarizzati. Usano tutti lo stesso slogan: «In piena emergenza coronavirus l’Italia ha bisogno degli immigrati».

Ogni giorni spunta un esponente del variegato mondo piddino-renziano, con l’aggiunta dei soliti noti. Aveva cominciato Teresa Bellanova, con la frase – diventata famosa – «gli immigrati non sono nemici, siamo noi ad aver bisogno di loro». E la stessa ministra ora ci riprova. La scorciatoia si chiama regolarizzazione dei migranti nei campi. «La sostengo per togliere dalle mani del caporalato la vita di queste persone», spiega la Bellanova, in collegamento con Agorà su Rai3. «Bisogna farli lavorare con permessi stagionali in modo regolare». Poi però spuntano le cifre: sono 600mila, secondo le stime, gli irregolari nell’agricoltura. Un numero di per sé consistente.

Approfondisci: Secolo d’Italia

Rispondi