Un grande Napoli si prende la Coppa ai rigori: Juve tradita da Dybala e Danilo

La squadra di Gattuso gioca meglio nei 90’ ed è infallibile dal dischetto: deludente Ronaldo, decisivi gli errori della Joya e del brasiliano

La coppa Italia tinta di azzurro brilla nel cielo di Roma e il pensiero vola ai tanti che non ci sono più: il primo trofeo di questo orribile 2020 è vinto meritatamente dal Napoli con le emozioni aggiuntive dei rigori. Poter palpitare per una finale, perfino oltre il 90esimo, ecco ciò che conta davvero dopo troppi lutti. Per il vero calcio, invece, rivolgersi altrove: solito ritmo da blanda ripartenza post covid, niente che ricordi minimamente l’ardore di Italia-Germania 4-3, la “partita del secolo” di cui si festeggia il cinquantenario. Eppure si ricorderà la partita coraggiosa e intelligente degli azzurri fermati nei 90’ solo dalle manone di Buffon. Gigi poi non può niente ai rigori, mentre la sua Juve può mangiarsi le mani: spreca subito i primi due con Dybala e Danilo.

Approfondisci: La Gazzetta dello Sport

Rispondi