Uccise i genitori nel 1991, Pietro Maso percepiva il reddito di cittadinanza

L’avvocato: “Ora sospeso”. Il 49enne è stato interdetto “in perpetuo” dai pubblici uffici a causa della gravità del reato che ha commesso

Pietro Maso, l’uomo che nel 1991 a Montecchia di Crosara (Verona) uccise i genitori a colpi di spranga nel tentativo di impadronirsi dell’eredità, ha percepito il reddito di cittadinanza. Lo sostiene un articolo del settimanale Oggi, secondo il quale la lista in cui compare Maso risale alla fine del 2019. Dopo le verifiche del caso, il sussidio potrebbe però essere stato sospeso visto che il 49enne è stato interdetto “in perpetuo” dai pubblici uffici.

Approfondisci: Tgcom24

Rispondi