Catania, scoperte tre piazze di spaccio

I carabinieri hanno arrestato 20 persone. L’attività illecita coinvolgeva anche bambini

Utilizzavano bambini di circa 10 anni per incassare i soldi della vendita di stupefacenti e indicare il luogo del ritiro. L’attività di tre gruppi criminali è stata messa in luce dall’operazione Quadrilatero, coordinata dalla Dda di Catania e condotta dalla compagnia Fontanarossa dal dicembre 2018 al dicembre 2019, che ha portato all’arresto di 20 persone.

I coinvolti gestivano delle fiorenti piazze per lo spaccio di cocaina, crack e marijuana, in particolare nel rione storico catanese di San Cristoforo e nella zona di San Cocimo, roccaforte degli affiliati all’omonimo gruppo capeggiato da Maurizio Zuccaro, organico alla famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano.

I carabinieri hanno rinvenuto un libro contabile, denominato “carta delle piazze di spaccio”, nel quale veniva presa nota di tutti i proventi dell’attività illecita e il quantitativo di droga venduto quotidianamente. Scoperti anche alcuni episodi di estorsione: due tentativi, a una farmacia e a una concessionaria di autovetture, e una riuscita, col metodo del “cavallo di ritorno” per restituire al proprietario un’auto rubata.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi