Indian Wells, fuori Berrettini e Fognini

Rimane ora Jannik Sinner che affronterà Fritz, vincente su Berrettini. Fognini esce contro Tsitsipas

Dei tre azzurri rimasti al torneo Atp Indian Wells, in California, rimane solo Jannik Sinner (leggi qui).

Matteo Berrettini, infatti, ha ceduto dopo due set allo statunitense Taylor Fritz, con il punteggio di 6-4, 6-3. Sfuma quindi la possibilità di un derby azzurro tra il tennista romano e l’altoatesino.

«Sicuramente non è la prestazione migliore dell’anno, più che altro credo una questione di energie nervose – ha commentato a caldo Berrettini. – Non sono riuscito a trovare l’adrenalina giusta, la tensione giusta e quindi ovviamente sono più lento, servo meno bene, faccio meno male, quindi devo voltare pagina. Mi gestirò in maniera che giocherò a Vienna, Parigi, speriamo a Torino con la Davis, questo è il programma. Purtroppo o per fortuna comunque era tanto tempo che non succedeva questa cosa».

Su Sinner, sull’andamento della stagione e sulla rincorsa alle Atp Finals, ha poi aggiunto: «è impressionante che lo stia facendo a questa età. Sarebbe bellissimo se tutt’e due arrivassimo a Torino. Credo di non dire una falsità quando dico che abbiamo fatto tutt’e due un’annata buonissima. Lui ha vinto tre tornei addirittura. Credo di meritarmelo e credo che lo se meriti anche lui. Però ci sono ovviamente altri giocatori pronti a toglierci il posto. Quindi finché non è matematico ancora non dobbiamo festeggiare».

Subito dopo la stessa sorte è toccata a Fabio Fognini, eliminato al terzo turno dal greco Stefanos Tsitsipas, con punteggio 2-6, 6-3, 6-4.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi