Afghanistan, verso il Governo

Continua la resistenza, Massoud: “non rinunceremo a lottare”

Nelle prossime ore potrebbe arrivare l’annuncio del nuovo Governo in Afghanistan (leggi qui).

Intanto i talebani festeggiano l’ingresso nella Regione ribelle del Panshir, ma il capo della resistenza Ahmad Massoud, fuggito ieri in Tagikistan dopo la caduta del Panshir, ha dichiarato su Facebook che non intendono fermarsi e che non rinunceranno mai a lottare.

Continuano a scendere in piazza le donne, chiedendo di partecipare alla vita politica. La manifestazione è avvenuta a Kabul dopo l’annuncio dei talebani che le donne non avrebbero potuto avere ruoli di rilievo nell’Esecutivo.

I talebani avevano promesso nei giorni scorsi all’Occidente che le donne non avrebbero perso i loro diritti, o almeno che non sarebbero regredite all’irrilevanza che avevano nel 2001, durante la precedente esperienza del cosiddetto Emirato Islamico.

Tuttavia, gli insorti hanno chiarito ancora una volta che la sharia, legge islamica, sarà una ‘linea rossa’ dalla quale non intendono allontanarsi.

Esemplare quanto sta accadendo sui muri di Kabul, dove i talebani stanno facendo cancellare tutti i murales dipinti negli ultimi 20 anni, compreso quello, iconico, realizzato dagli artisti ArtLords dopo gli accordi di Doha.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi