Macedonia proclama il lutto per le 46 vittime in Bulgaria

Oggi, domani e dopodomani bandiere a mezz’asta per i macedoni che hanno perso la vita sull’autostrada vicino a Sofia

Saranno omaggiate in tre giorni di lutto nazionale, proclamato dalla Macedonia del Nord, le 46 vittime dell’incidente avvenuto questa mattina in Bulgaria (leggi qui).

A bordo dell’autobus, infatti, c’erano turisti macedoni di ritorno da Istanbul. 7 persone sono ricoverate a Sofia in condizioni stabili. Tra queste c’è anche un cittadino serbo di etnia albanese e la sua fidanzata macedone di Kumanovo, lo conferma l’ambasciatore serbo in Bulgaria.

Sugli edifici pubblici e nelle sedi diplomatiche macedoni all’estero, dunque, verranno esposte le bandiere a mezz’asta.

Il premier macedone Zoran Zaev, inoltre, ha rinviato le sue dimissioni dalla guida del Partito socialdemocratico (Sdsm), annunciate per oggi.

Nel frattempo vanno avanti le indagini: gli inquirenti ipotizzano che l’autista si sia distratto o abbia avuto un colpo di sonno, perdendo il controllo del mezzo. Non viene neanche esclusa l’ipotesi di un problema tecnico. Sul posto dell’incidente si è recato anche il proprietario della società di trasporti Besa Trans.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/VASSIL DONEV

Rispondi