Russia, silurato generale del Fsb

Aleksandr Kalashnikov è stato coinvolto nello scandalo delle torture

Il presidente russo Vladimir Putin ha messo formalmente alla porta il direttore dell’amministrazione penitenziaria Aleksandr Kalashnikov, generale del Fsb, a seguito di una serie di scandali riguardanti torture e violenze, compresi stupri, dei detenuti nelle carceri russe.

Il sostituto sarà Arkadij Gostev, vice ministro dell’Interno che nel suo ministero si occupava di affarmi amministrativi.

Secondo alcune fonti Kalashnikov è stato delegato nel sistema penitenziario, conservando il suo grado di generale del Fsb e potrebbe tornare quindi nei ranghi dei servizi in futuro.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/DILKOFF / AFP

Rispondi