Ritrovato il corpo del 30enne scomparso a Milano

Il cadavere è stato rinvenuto a Casorate Primo, si tratterebbe di suicidio

Triste epilogo per il giallo di Giacomo Sartori, il tecnico informatico 30enne scomparso nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 settembre a Milano, dove viveva e lavorava.

Il corpo è stato rinvenuto a Casorate Primo, provincia di Pavia, vicino al luogo dove si trovava anche la sua auto.

Secondo quanto rivelato, si sarebbe impiccato con un cavo elettrico.

Il giovane, originario di Mel a Belluno, lavorava in una società di software alle porte di Milano, e poco prima di sparire aveva subito il furto dello zaino: all’interno il portafoglio, con documenti e carte di credito, e due pc, uno suo e uno aziendale.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi