Si aprono le porte dell’Eicma: il futuro è a Rho

Dopo lo stop forzato nel 2020 a causa della pandemia, torna l’esposizione dedicata al mondo delle due ruote. Giorgetti: “la passione è l’elemento centrale”. 820 brand e molti eventi in programma

È stata inaugurata, in Rho Fiera, Milano, la 78esima edizione dell’Esposizione Internazionale delle due ruote (Eicma) che dal 25 al 28 novembre aprirà le sue porte al pubblico.

A tagliare il nastro è stato il ministro per lo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. «Il termine passione mi sembra l’elemento centrale nella vicenda legata al ciclo e motociclo, una passione che contraddistingue non solo gli appassionati, ma anche gli imprenditori» – ha dichiarato il ministro.

Insieme a lui c’erano anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e il recentemente rieletto sindaco di Milano, Giuseppe Sala. «Eicma è un importante segnale. Con Eicma si dà spazio alla passione e all’entusiasmo, ma soprattutto si evidenzia la strategicità del settore delle fiere, che ha bisogno di questi momenti per poter presentare prodotti e innovazione. È un momento importante che va nel segno della ripresa che la Lombardia va mostrando da alcuni mesi» – ha detto, invece, Fontana.

Il primo cittadino ha fatto seguito dicendo: «sarà certamente un’esposizione di grande attualità. Il pubblico previsto sarà il 30% rispetto al 2019, ma è già ottimo. Ormai in questo momento di fiere se ne fanno pochissime, qui con coraggio e prudenza, stiamo ripartendo».

L’Esposizione occuperà cinque padiglioni e presenterà 820 brand, di cui il 45% provenienti da 35 Paesi esteri. «Oggi riapre il futuro – ha esordito nel discorso d’apertura il presidente della manifestazione, Pietro Meda. – Sono molto orgoglioso del risultato ottenuto, che non è inaspettato perché dietro c’è stato un lavoro di due anni, molto intenso e importante. Crediamo che la filiera sia stata ripagata da una manifestazione che comunque rimane al top a livello mondiale – ha proseguito. – Riteniamo di avere un buon bacino di pubblico nonostante le restrizioni, in sicurezza e con un prodotto fieristico di altissimo livello. Tutte le case sono presenti, una grande soddisfazione».

Come sempre, importante la presenza del Made in Italy le cui aziende “confermano su questo palcoscenico il proprio primato in Europa per produzione, vendite, know-how e bellezza“, come sottolinea il presidente di Confindustria Ancma, Paolo Magri.

Ma non solo brand: gli spazi esterni della Fiera, infatti, ospiteranno aree di test ride moto, spettacoli, gare ed esibizioni. Una parte verrà dedicata anche al mondo delle eBike con la possibilità di testare le ultime novità del settore.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi