Curreri, presto le dimissioni dopo il malore sul palco

Il cantante degli Stadio era stato ricoverato all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno per un infarto

Si era sentito male lo scorso 30 luglio quando, sul palco di Benedetto del Tronto, stava per fare il bis di un suo cavallo di battaglia, Piazza Grande di Lucio Dalla. Gaetano Curreri, leader degli Stadio, immediatamente soccorso operatori del 118 e trasportato all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, ora ringrazia i suoi fan e annuncia che presto verrà dimesso.

«Anche questo ‘grande figlio di p…’ l’abbiamo sconfitto! Difficile trovare parole per descrivere quanto vi sono grato per tutto l’affetto ricevuto – scrive Curreri, pubblicando una sua foto con il pollice alzato. – Un ringraziamento particolare a una vera ‘generazione di fenomeni’ che mi ha tempestivamente soccorso sul palco, all’UTiC e al centro di emodinamica dell’ospedale Mazzoni di Ascoli. Un ultimo ringraziamento va ai miei compagni di una vita Roberto e Andrea e alla mia manager Laura, ancora qui a pochi km da me, mi sono sempre rimasti vicino. Fra pochi giorni mi dimetteranno ci sentiamo presto. Vi voglio bene». 

Subito dopo il malore erano stati gli stessi Stadio a far sapere, tramite Facebook, che Curreri era stato ricoverato in terapia intensiva in condizioni stabili. Secondo quanto avevano riferito i medici dell’Unità di terapia intensiva cardiologica dell’ospedale Mazzoni di Ascoli il malore ha avuto origine cardiaca.

Per il cantautore non è la prima volta che uno spettacolo si interrompe a causa di un malore. Già nel 2033, durante un concerto ad Acireale, era stato colpito da un ictus e salvato incredibilmente da un medico tra gli spettatori che aveva notato un cambiamento nel suo timbro di voce. In quell’occasione Curreri venne ricoverato all’ospedale Garibaldi di Catania dove si ristabilì del tutto.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi