Napoli, ucciso nella notte il nipote di un boss

Il 23enne è stato colpito da almeno 7 colpi di arma da fuoco

Sembrerebbe essere stato vittima di un agguato il 23enne incensurato morto la scorsa notte nella zona est di Napoli.

La vittima è Carmine D’Onofrio, figlio illegittimo di Giuseppe De Luca Bossa, a sua volta fratello di Antonio De Luca Bossa. Quest’ultimo, detto “Tonino ‘o sicco” è uno degli elementi di vertice dell’omonimo clan di camorra del quartiere Ponticelli di Napoli ed è ritenuto dagli inquirenti uno dei criminali più pericolosi della camorra partenopea.

La vittima della scorsa notte è stata colpita da diversi colpi di arma da fuoco ed è morta dopo essere stata trasportata al vicino pronto soccorso dell’ospedale evangelico Villa Betania.

Sul luogo sono intervenuti i militari della stazione di Ponticelli che hanno rinvenuto 7 bossoli calibro 45mm. Sulla vicenda indaga ora la compagnia di Poggioreale e del Nucleo investigativo di Napoli.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi