Mogadiscio, autobomba: 8 morti

L’esplosione vicino a una scuola, l’obiettivo era un convoglio che faceva la guardia agli uffici delle Nazioni Unite

Questa mattina a Mogadiscio, in Somalia, intorno alle 7:30 le milizie islamiste di Al Shabaab hanno compiuto un attentato dinamitardo facendo esplodere un’autobomba vicino a una scuola.

All’esplosione hanno fatto seguito raffiche di armi da fuoco.

Secondo quanto riportato dalla polizia somala il bilancio provvisorio è di 8 morti e 17 feriti gravi.

L’esplosione è avvenuta allo svincolo K4 di Mogasdicio e ha interessato diversi edifici e veicoli. Si teme che la maggior parte delle vittime possano essere studenti.

La polizia ha reso noto che l’obiettivo era un convoglio di una compagnia di sicurezza locale che faceva la guardia agli uffici delle Nazioni Unite. Non si sa ancora se qualche membro del personale Onu sia stato colpito.

L’attentato è stato rivendicato da Al Shabaab, legato ad Al Qaeda, che nei giorni scorsi ha compiuto diversi attentati contro convogli della Missione dell’Unione africana in Somalia (AMISOM) e contro le forze di sicurezza del Paese africano. Nel Paese si è verificato un aumento del numero di attacchi.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA

Rispondi