Pistole fantasma: 13enne uccide per sbaglio la sorella

Costruiva e vendeva armi illegali, lo sparo mentre tentava di fermare due ladri

Un ragazzino di 13 anni ha ucciso per sbaglio la sorella 14enne con un colpo d’arma da fuoco.

Il giovane stava tentando di fermare due persone che fuggivano dopo avergli portato via una pistola rudimentale, fatta in casa, senza pagarla.

Il 13enne, infatti, costruiva da solo pistole assemblando pezzi comprati separatamente online e poi le vendeva illegalmente. Armi di questo tipo sono irrintracciabili, per questo vengono definite “pistole fantasma”.

È successo a Douglasville, sobborgo a 30 chilometri da Atlanta, in Georgia.

I familiari hanno tentato di soccorrere la giovane vittima, Kyra Scott, ma la ragazza è morta appena arrivata al pronto soccorso.

La polizia ha arrestato il fratello e un ragazzo di 19 anni che sarebbe uno dei due acquirenti e ladri.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi