Evasione a Trani

Due pregiudicati baresi di 22 e 28 anni hanno scavalcato il muro e si sono dati alla macchia

Nel primo pomeriggio di ieri due detenuti, Daniele Arciuli di 22 anni e Giuseppe Antonio De Noja di 28, sono evasi dal carcere di Trani.

Lo hanno reso noto i sindacati di polizia Fp-Cosp e Sappe e lo hanno confermato fonti investigative che hanno subito avviato ricerche con posti di controllo e perquisizioni in tutto il nord barese.

I due pregiudicati stando alla ricostruzione hanno scavalcato il muro di cinta e si sono allontanati lungo via Andria facendo perdere le proprie tracce.

Uno dei due era in galera per omicidio, l’altro per rapina e droga. Eppure, come dichiara Federico Pilagatti del Sappe, erano entrambi liberi di girare liberamente per il carcere. Il muro di cinta era sguarnito e l’allarme è stato dato dal poliziotto della sala regia. «Questa di Trani è un’evasione annunciata – ha denunciato il segretario generale del Sappe Donato Capece – frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria sulle condizioni di sicurezza dell’istituto».

Il segretario del sindacato Cospo ha parlato di “clamorosa beffa“, spiegando che a Trani non accadeva una cosa così dal 1970.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi