Afghanistan, il Panshir dei talebani

L’Nfr ha annunciato che non si arrenderà nella lotta ai talebani

L’ultima sacca di resistenza afgana contro i talebani ha ceduto. Questa mattina, infatti, gli studenti coranici hanno annunciato di aver preso il controllo totale della valle del Panshir, dopo gli scontri dei giorni scorsi e la fuga del capo della resistenza Ahmad Massoud (leggi qui).

«Con questa vittoria il nostro Paese è ora completamente fuori dal marasma della guerra – ha dichiarato con una nota il principale portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid. – Alcuni degli insorti sono stati sconfitti mentre i rimanenti sono fuggiti dalla valle». Il portavoce, inoltre, ha voluto assicurare alla popolazione del Panshir che non subirà discriminazioni: «voi siete tutti nostri fratelli. Serviremo insieme per un obiettivo e una nazione».

Ieri sera, invece, il Fronte di resistenza nazionale (Nfr) dell’Afghanistan ha annunciato la morte del suo alto comandante, portavoce e noto giornalista, Fahim Dashtay, durante un attacco dei talebani. La notizia è stata riportata da Tolonews. «Siamo bombardati da droni pakistani, siamo sotto l’invasione diretta dell’Isi (agenzia pakistana di spionaggio)» – ha, inoltre, reso noto un portavoce dell’Nrf in un messaggio su Twitter.

Ma le forze di resistenza hanno già annunciato che non si arrenderanno. Poche ore dopo l’annuncio dei talebani, infatti, l’Nfr ha affermato di essere presente in “posizioni strategiche” in tutta la valle, aggiungendo che “la lotta contro i talebani e i loro partner continuerà“.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi