Londra, ergastolo per l’assassino di Sarah

L’ex poliziotto Wayne Couzens è stato condannato per il rapimento, la violenza e la morte della 33enne Sarah Everard

«Senza dubbio Couzens ha usato la sua posizione di agente di polizia per compiere il crimine». Così il giudice Fullford del tribunale penale della Old Bailey di Londra ha spiegato la condanna all’ergastolo per il poliziotto 48enne Wayne Couzens.

Il 3 marzo scorso, infatti, l’ex agente di Scotland Yard aveva fermato la 33enne Sarah Everard, che stava rientrando da casa di un amico, usando la scusa delle norme anti-Covid. Dopo averla ammanettata, la fece entrare nella sua auto, dove la violentò e la strangolò.

Sarah, dalle parole del giudice, è stata “vittima innocente di una serie grottesca di reati“. Dopo la scomparsa di quella sera, infatti, la giovane venne cercata solo in modo superficiale e sommario.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: REUTERS/Hannah McKay

Rispondi