Morte di Armando Zamparini, il padre: “una tragedia infinita”

Il 23enne, figlio dell’ex patron del Palermo Calcio, è stato ritrovato senza vita a Londra. Si indaga sulle cause

«Armandino è morto proprio il giorno prima che iniziasse a lavorare in una grande azienda, qui a Londra. Gli avevo mandato un messaggio giovedì, il giorno prima: ‘In bocca al lupo!’. Ma non ho mai ricevuto risposta. Perché Armandino l’altro ieri è morto. É una tragedia infinita».

Con queste parole Maurizio Zamparini, ex presidente del Palermo Calcio, ha commentato a La Repubblica la morte di Armando Zamparini, figlio 23enne avuto insieme alla compagna Laura Giordani, trovato senza vita nel suo appartamento a Mayfair, a Londra.

«Giovedì Thomas – ha aggiunto Zamparini – è uscito di casa presto, mentre mio figlio è rimasto in casa. Poi la governante alle due e mezza l’ha trovato inerme, immobile. Ha chiamato subito l’ambulanza, ma è stato tutto inutile. Armandino era già morto». Il padre esclude la possibilità che Armando soffrisse di patologie cardiache pregresse (“Ha sofferto di una forte bronchite asmatica in passato, che gli ha dato vari problemi, ma nient’altro che io sappia“) ma sarà l’autopsia a far luce sulle cause del decesso. Si esclude la morte violenta: «le autorità inglesi stanno ancora indagando, ma non c’è nulla che faccia pensare a questo» – ha dichiarato Zamparini.

Armando, o Armandino come veniva chiamato a Palermo quando il padre era il patron del club calcistico, si trovava a Londra per studiare.

«Armando si è spento serenamente nel suo appartamento a Mayfair – avevano reso noto i legali della famiglia Zamparini. – Al concludersi di tutte le formalità amministrative Armando sarà riportato in Italia dai suoi genitori e lì sepolto. La famiglia non rilascerà ulteriori dichiarazioni, ma esprime gratitudine per le condoglianze ricevute e chiede gentilmente che la propria privacy venga rispettata mentre piangono la scomparsa del loro unico figlio».

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/Mike Palazzotto

Rispondi