Salerno, sindaco indagato per appalti truccati

Vincenzo Napoli e Giovanni Savastano sono coinvolti insieme ad altre 27 persone in un’inchiesta della Procura di Salerno

Anche Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, è tra i 29 indagati dell’inchiesta sugli appalti truccati, oltre al consigliere regionale Giovanni Savastano.

Lo scorso fine settimana Napoli era stato riconfermato sindaco al primo turno durante le elezioni amministrative 2021 (leggi qui) con il 57% dei voti. I fatti a cui si riferisce l’inchiesta, guidata dal procuratore capo Giuseppe Borrelli, risalgono alla precedente amministrazione.

Oltre a Napoli e Savastano, risultano coinvolti anche un dirigente del Comune e un ex presidente di una società partecipata dell’Ente. Dei 29 indagati, in 10 hanno ricevuto un provvedimento di misura cautelare, uno in carcere, due ai domiciliari e 7 divieti di dimora.

Le accuse sono, a vario titolo, turbata libertà degli incanti, induzione indebita, associazione per delinquere ed un caso di corruzione elettorale.

L’inchiesta ruotava intorno ad una serie di cooperative che avevano in gestione i lavori di manutenzione ordinaria e conservativa del Comune di Salerno: il presidente e gestore di summenzionate cooperative, Fiorenzo Zoccola, è stato arrestato. Ai domiciliari è finito anche Luca Caselli, dirigente del settore ambiente del Comune di Salerno.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi