In Sassonia chiude per Covid la mostra su Vermeer

La rassegna di Dresda riuniva per la prima volta 10 dei 35 dipinti esistenti del pittore olandese

Anche la grande mostra Johannes Vermeer. On Reflection, in programma in questi giorni alla Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda, si aggiunge alla lista degli eventi culturali costretti a chiudere in questi giorni in Sassonia a causa della nuova ondata di Covid.

La rassegna – che per la prima volta riuniva 10 dei 35 dipinti esistenti del pittore olandese – era già stata rinviata due volte, sempre a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia.

Aperta il 10 settembre scorso, la mostra di Dresda era stata organizzata per presentare il restauro di uno dei capolavori più importanti di Vermeer, La ragazza che legge una lettera davanti ad una finestra aperta. Dopo poco più di due mesi di apertura, però, la mostra ha dovuto chiudere i battenti, così come tutti i musei e le gallerie della Sassonia. Il fermo dovrebbe durare fino al 12 dicembre.

Con un tasso di incidenza settimanale vicino alle 1000 infezioni su 100.000 persone, la Sassonia – che ha recentemente vietato i mercatini di Natale e anticipato alle 20 la chiusura dei ristoranti – è il primo laender tedesco a chiudere i musei nella quarta ondata della pandemia. «Una chiusura molto spiacevole, ma inevitabile – ha commentato Marion Ackermann, la direttrice dell’autorità dei musei di Dresda. – La situazione per le persone in Sassonia è drammatica, dobbiamo restare uniti come comunità. Questo significa limitare la vita pubblica, ma anche far crescere in fretta la percentuale dei vaccinati». 

Di: Francesca LASI

FOTO: ANSA

Rispondi