Vulcano, via all’evacuazione per il rischio gas

Direttore Ingv di Palermo: “valori giornalieri di CO2 lievitati da 80 a 480 tonnellate”

É iniziata l’evacuazione dell’area portuale dell’isola di Vulcano (ne abbiamo parlato qui).

Non tutte le famiglie coinvolte, 250 in tutto, tuttavia, si allontaneranno. Alcune, infatti, come riferito dal sindaco Marco Giorgianni, potranno abitare ai piani più alti delle loro abitazioni, non correndo alcun rischio. Una tesi sostenuta anche dai vulcanologi dell’Ingv e dalla Protezione civile.

Per le famiglie, invece, che dovranno momentaneamente traslocare, approfittando della cortesia di amici, parenti e delle strutture alberghiere che hanno dichiarato la loro disponibilità, il Comune ha disposto un contributo mensile.

Lo sbarco sarà interdetto ai turisti ma non ai pendolari.

«Al momento il serio problema è rappresentato dalla massa di gas aumentata a dismisura – ha spiegato Francesco Italiano, direttore della Sezione Ingv di Palermo. – Dopo aver monitorato la parte geochimica dell’isola è stato accertato che i valori giornalieri di CO2 da 80 tonnellate sono lievitati a 480. Ecco perché è rischioso vivere nella zona rossa dove odore e calore sono segnali ai quali non bisogna essere esposti. Elementi che fanno capire che è meglio non dormire lì».

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi