Romania verso il nuovo Governo

Per la seconda volta l’ex generale Ciuca riceve l’incarico: questa volta conta sulla maggioranza formata da Pnl, Psd e Umdr

Sembra dirigersi verso la fine la crisi di Governo in Romania iniziata a settembre con la sfiducia all’ex premier Florin Citu. Il presidente Klaus Iohannis, infatti, ha oggi conferito per la seconda volta all’ex ministro della Difesa, Nicolae Ciuca, l’incarico di formare un nuovo Esecutivo.

Il primo tentativo, a inizio novembre, si era concluso con una nulla di fatto poiché il generale in pensione non era riuscito a formare una maggioranza parlamentare. Questa volta, invece, si avvale dell’appoggio di un accordo tra i liberali del Pnl, il suo partito, i socialdemocratici del Psd e il partito della minoranza ungherese, Udmr.

Stando all’accordo, Ciuca resterà premier fino alla metà del 2023. Poi passerà il testimone al leader socialdemocratico Marcel Ciolacu, fino alle elezioni legislative in programma per il 2024.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/ROBERT GHEMENT

Rispondi