Disposta l’autopsia sul richiedente asilo morto a Trieste

La vittima, un giovane di 19 anni, sarebbe stato aggredito e rapinato da tre uomini, prima di lanciarsi nel vuoto per fuggire

La Procura di Trieste conferirà al medico legale D’Errico l’incarico dell’autopsia sul corpo di Ibrahim Afridi. Il 19enne pachistano, in Italia in attesa di asilo, è molto saltando nel vuoto in un parcheggio di un centro commerciale, dopo aver subito una rapina da tre ragazzi.

Il cadavere era stato ritrovato lo scorso 4 gennaio.

Nel frattempo, come da comunicato del procuratore capo, Antonio De Nicolo, proseguono le indagini sul caso, condotte dai Carabinieri del Nucleo operativo di Trieste e dagli agenti della Squadra mobile, coordinate dal pm Federico Frezza. In particolare, l’attività investigativa è volta a ricostruire con esattezza il ruolo dei tre presunti rapinatori nella morte del 19enne.

Stando alla prima ricostruzione, un cittadino kosovaro di 21 anni e un italiano di 20, al momento in stato di fermo, insieme ad un minorenne, si sarebbero finti poliziotti per sottrarre alla vittima una quantità di hashish, per poi colpirlo ripetutamente.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi