Vietate le giacche di pelle in Nord Corea: può indossarle solo Kim Jong-un

La questione “puramente di stile” non celerebbe nessuna posizione ideologica

Il Leader Supremo torna a far parlare di sé per una nuova restrizione imposta al suo popolo. Il nuovo bizzarro provvedimento del dittatore nordcoreano Kim Jong-un riguarda… le giacche di pelle: nessuno, ad eccezione naturalmente del Leader stesso, potrà indossarle nel Paese. A riportare la notizia è il Daily Mail, che cita Radio Free Asia.

Al centro del provvedimento sarebbe il trench di pelle che accompagna le uscite pubbliche del dittatore e che ha ormai acquisito un valore altamente simbolico e identificativo.

Se fino a poco tempo fa il possesso di un trench di pelle simile a quello del dittatore fosse, per le classi sociali più alte, un segnale di fedeltà e rispetto, la diffusione di copie in eco-pelle o pelle sintetica ha però indispettivo Kim Jong-un che ha preferito accaparrarsi il monopolio sull’ormai iconico capo di stile.

In questo caso dunque non si tratterebbe, come è già successo in passato, di restrizioni sull’abbigliamento dal carattere ideologico (così era avvenuto qualche tempo fa per jeans, film stranieri, tagli di capelli particolari o piercing che si richiamavano troppo allo stile di vita del capitalismo). Quella del trench in pelle sarebbe una questione di pura vanità, oltre che un mezzo per riaffermare la leadership indiscussa e inarginabile del Leader Supremo.

di: Marianna MANCINI

FOTO: KCNA via REUTERS

Rispondi