Pakistan, 22 morti congelati nel traffico

Il bilancio delle vittime della violenta tempesta che si sta abbattendo in queste ore nel Paese potrebbe crescere ancora

Una violenta nevicata, iniziata martedì notte, ha già provocato almeno 22 morti in Pakistan. A circa 30 chilometri dalla Capitale Islamabad, nella località di montagna di Murree, la neve ha bloccato “più di 1000 veicoli” nel traffico, come annunciato dal ministro dell’Interno Sheikh Rashid Ahmed.

Il prolungato blocco al freddo avrebbe così portato alla morte le persone rimaste intrappolate nelle loro auto. Si tratterebbe di 10 uomini, 10 donne e due bambini, deceduti per ipotermia a causa di temperature in picchiata a -8°.

Secondo quanto riporta lo sceicco Rashid Ahmed, ministro dell’Interno del Pakistan, più di 700 veicoli sono già stato tratti in salvo, mentre sarebbero bloccate dalla nave ancora 250 auto.

In campo sono scese anche truppe militari e paramilitari, in supporto delle amministrazioni locali.

Sono giunte altre segnalazioni di vittime da Galyat, un’area adiacente a Murree e nelle prossime 24 ore sono previste ulteriori nevicate: il bilancio delle vittime potrebbe quindi crescere ulteriormente.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/MEDIA WING OF PAKISTAN ARMY

Rispondi