Il mistero del cadavere di Trieste, si attende l’autopsia

La Tac non ha aiutato a capire se il corpo appartenesse a Liliana Resinovic, scomparsa lo scorso 14 dicembre, né come siamo morta

Non è ancora certo se il cadavere ritrovato lo scorso 6 gennaio in un boschetto di Trieste appartenga a Liliana Resinovic (leggi qui) e quali possono essere state le cause della morte.

Come reso noto dal procuratore capo di Trieste, Antonio De Nicolo, con un comunicato, infatti, la Tac eseguita sul corpo lo scorso sabato non avrebbe dato informazioni rilevanti. Si attende, dunque, l’autopsia che verrà eseguita domani.

Le indagini, condotte dalla Squadra mobile di Trieste e coordinate dalla pm Maddalena Chergia, si concentreranno nel frattempo anche sugli oggetti rinvenuti accanto al cadavere, nella speranza di far luce sul mistero che lo avvolge.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi