Cop26, Greta contro BoJo per il jet privato

La giovane attivista ha preso di mira i viaggi del premier britannico

La giovane attivista svedese Greta Thunberg ha preso di mira oggi il primo ministro britannico Boris Johnson per via dei viaggi su un aereo noleggiato dal Governo per la Cop26 di Glasgow (leggi qui).

Greta ha definito “ipocrita” il comportamento dei leader mondiali. «La crisi climatica ovviamente non è causata dai jet privati, ma è un po’ ipocrita che i leader mondiali che vivono molto vicino, per esempio Boris Johnson, siano arrivati a Glasgow con un jet privato nel momento in cui cercano di risolvere la crisi climatica».

Il premier era arrivato a Glasgow con l’aereo direttamente dopo la riunione del G20 di Roma, ma aveva usato poi lo stesso mezzo per rientrare a Londra.

In seguito, viste le critiche ricevute, era tornato a Glasgow in treno.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA/CHRISTIAN MONTERROSA

Rispondi