Macron a Roma per il Trattato del Quirinale

La firma per “un’Europa più forte”

Il presidente francese Emmanuel Macron è arrivato a Roma per la firma del Trattato del Quirinale (ne abbiamo parlato qui).

Dopo aver firmato il premier Mario Draghi e il capo dell’Eliseo si sono scambiati una calorosa stretta di mano che ha sancito la nuova unione tra Italia e Francia.

Ieri sera Macron è stato ricevuto prima al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e poi a Palazzo Chigi dal premier Mario Draghi. Infine, è salito al Colle per la cena.

Mattarella ha sottolineato l’importanza del Trattato, grazie a cui si stipula un’intesa che unisce due dei Paesi fondatori dell’Unione nell’ambito di un comune impegno per il futuro dell’Ue: «la firma del trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata è un risultato importante, un testo di ampio respiro che contribuirà a costruire una UE più forte», ha spiegato Mattarella.

Il Trattato prevede consultazioni strutturate tra i Governi e i ministeri dei due Paesi coinvolti su una serie di temi importanti: gli affari esteri, la politica di sicurezza e difesa, la giustizia e gli affari interni (anche immigrazione), cooperazione economica e industriale, trasporti, istruzione, università, ricerca, cultura, giovani e servizio civile.

L’intesa intergovernativa dovrà essere poi ratificata dal Parlamento.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi