Olanda contro le restrizioni: 40 arresti

Ieri in centinaia hanno manifestato a L’Aja e a Vienna: scontri con la polizia, un arresto in Olanda e alcuni fermi

Ieri sera si sono registrati nuovi disordini in Olanda contro le nuove restrizioni anti-Covid imposte dal Governo. Dopo Rotterdam (leggi qui), a L’Aja centinaia di persone riunite hanno lanciato pietre e oggetti contro la polizia e dato fuoco ad alcune biciclette.

Il bilancio delle manifestazioni in Olanda è di 40 arresti e cinque agenti lievemente feriti in tre province. «Nei nostri sforzi per ripristinare l’ordine pubblico nell’area intorno a Vaillantlaan, stasera sono stati schierati anche cavalli della polizia, motociclisti e la squadra di cani da sorveglianza, oltre alla polizia antisommossa. Abbiamo arrestato un totale di 7 persone – aveva reso noto la polizia. – Un agente è stato trasportato in ambulanza, ha riportato un infortunio al ginocchio e una commozione cerebrale. Anche due motociclisti della polizia hanno riportato danni all’udito e due colleghi sono rimasti feriti alla mano. Sono stati curati in ospedale».

Coinvolte anche la provincia meridionale di Limburg, la città di Urk e la provincia settentrionale di Flevoland. Centinaia di persone hanno marciato anche nella città meridionale di Breda, vicino al confine belga.

Momenti di tensione anche a Vienna (ne abbiamo parlato qui) dove alcuni manifestanti sono stati fermati dalla polizia per comportamenti “aggressivi” e resistenza a pubblico ufficiale.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi