Obama dalla parte di Biden: “filibuster usato per impedire progresso”

Il leader dei repubblicani al Senato, Mitch McConnell, accusa Biden di voler spaccare il Paese

L’ex presidente Usa Barack Obama lancia il suo “pieno sostegno all’appello del presidente Joe Biden per modificare le regole del Senato allo scopo di votare le leggi sui diritti elettorali pendenti” (leggi qui).

Come lui stesso scrive in un editoriale su Usa Today, il filibuster (leggi qui cos’è) “non ha alcuna base nella Costituzione” e sarebbe, invece, stato utilizzato dai senatori del Sud per mantenere le leggi Jim Crow per la segregazione razziale.

«Negli ultimi anni – si legge – il filibuster è diventato un modo abituale per la minoranza al Senato per bloccare importanti progressi su questioni sostenute dalla maggioranza degli elettori. Ma non possiamo consentire che sia usato per bloccare gli sforzi per proteggere la nostra democrazia».

Di tutt’altro avviso, invece, è il leader della minoranza repubblicana al Senato Mitch McConnell. «Abbiamo un presidente in carica che invoca la guerra civile, che grida al totalitarismo e definisce milioni di americani i suoi nemici interni?» – ha dichiarato, accusando il presidente di voler spaccare il Paese e di aver “versato un tanica gigante di benzina sul fuoco“.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi