Salvini: Mattarella bis o Draghi? Irrispettoso

Il leader della Lega ribadisce il candidato condiviso Berlusconi per la corsa al Quirinale, respingendo i nomi meno politici attualmente in lista

Non si fa attendere la risposta di Matteo Salvini a Letta che questa mattina accusava di Centrodestra di accaparrarsi un’esclusiva illegittima sulla figura del presidente del Consiglio (qui le sue parole). Il leader della Lega ha ribadito il no a nomi (seppur condivisi) quali Mattarella e Draghi.

L’ipotesi di un secondo mandato di Mattarella sembra infatti già sfumata: «se qualcuno a sinistra vuole tirare per la giacchetta il presidente Mattarella manca di rispetto soprattutto a lui, che più volte ha ribadito l’indisponibilità a un secondo mandato» ricorda Salvini.

Similmente, su Draghi commenta che il premier “è impegnato per affrontare l’emergenza sanitaria ed economica: ipotizzare per lui un altro ruolo è una mancanza di rispetto al premier e al Paese“.

Il Pd questa mattina aveva lanciato un appello per rinunciare alle nomine politiche e andare oltre le bandiere di partito: un no secco alla candidatura di Berlusconi già approvata da un Centrodestra compatto come non mai riunito a Villa Grande (qui la cronaca della giornata).

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi