Quirinale, Tajani: “Berlusconi sciolga la riserva sulla sua candidatura”

In un’intervista il vicepresidente di Fi ha indicato nel Cavaliere “l’uomo che ha saputo dare segnali di unità al Paese”

Il nome di Silvio Berlusconi aleggia ancora sulla bocca di molti come possibile candidato al Colle (leggi qui). L’ultimo ad esprimersi in tal senso è il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, in un’intervista su Corriere.it.

«Non esiste una candidatura di bandiera per Silvio Berlusconi – dichiara. – Noi gli chiediamo di candidarsi e mi auguro che sciolga positivamente la riserva in occasione del prossimo vertice di centrodestra».

E, in merito alla candidatura di uno dei due leader degli altri partiti di centrodestra, aggiunge: «abbiamo grande stima e considerazione per Meloni e Salvini, hanno dimostrato anche come ministri di saper far bene il loro lavoro, hanno grande esperienza, sono leader leali e corretti, hanno sempre sostenuto Silvio Berlusconi e lo stanno facendo anche adesso. Non ci sono veti, sono nostri amici, alleati naturali, vedremo quello che accadrà. Da parte nostra non ci sarà alcun ostacolo all’indicazione di uno di questi due leader».

«Forza Italia è per la condivisione di ogni scelta: riteniamo che Berlusconi sia l’uomo che più di ogni altro in questi ultimi mesi abbia dato un segnale di unità al Paese. La sua elezione sarebbe la conclusione di un percorso di unità nazionale: non poniamo veti e chiediamo agli altri di non porne» – prosegue.

«Se Draghi resta a Palazzo Chigi si va a votare nel 2023, altrimenti il Governo destinato a cadere – continua Tajani. – Questo Governo di unità nazionale esiste perché c’è Draghi. Il garante di questa coalizione eterogenea è lui: non è un tecnico, è Mario Draghi. Nessuno è in grado di tenere con la sua personalità un Governo così etereogeneo. Ci troveremmo di fronte alle elezioni, con un segnale negativo ai mercati: faremmo un danno al nostro Paese» – conclude, riferendosi all’eventualità che il premier lasci l’Esecutivo.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA / CIRO FUSCO

Rispondi